martedì 25 settembre 2012

Peperoncini ripieni piccantissimi

Prendete dei peperoncini rotondi, ci sono anche dolci, io ho fatto quelli piccanti, mettetevi i guanti altrimenti dopo, le mani vi pizzicheranno come il fuoco, e svuotateli togliendo la calottina dove è il picciolo. Mettete in una pentola acqua e aceto in parti uguali, un cucchiaio di sale grosso e portate ad ebollizione. Calate i peperoncini e dalla ripresa del bollore calcolate un paio i minuti non di più. Toglieteli con la schiumarola e appoggiateli in un canovaccio girati, in modo che perdano bene i liquidi di cottura e si asciughino.  Intanto preparate il ripieno.


Ingredienti:

1 patata media
una scatoletta di tonno grande, o sott'olio o al vapore
qualche filetto di acciuga sott'olio
20 grammi di parmigiano grattugiato
capperi nell'impasto e come guarnizione
olio extravergine q.b.

Lessate e schiacciate una patata con lo schiacciapatate, nel frattempo frullate il tonno sgocciolato con le alici e i capperi, unite tutto alla patata, girate molto bene e mettete anche il parmigiano, fate un bell'impasto e cominciate a riempire i peperoncini. Inserite in ogni peperoncino un cappero.
Sistemateli nei vasi, sterilizzati, coprite con olio extravergine e chiudete con i tappi, mi raccomando sempre nuovi.
I peperoncini sono pronti. Aspettate qualche giorno prima di mangiarli per farli insaporire.











Con questa ricetta partecipo al contest "Coccole piccanti" del blog di Ilaria e Chiara










15 commenti:

  1. Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. molto Alessandra, sono del mio orto-giardino di Grosseto, sono molto buoni, ma nonostante abbia tolto tutti semi, pizzicano da svenire, e a me piace il peperoncino...avevo fatto un vaso bormioli da 1 litro e quelli che vedi erano gli ultimi 5, ce li siamo mangiati tutti Francesco, il figlio piccolo e io, ma con le fiamme, però mi piacciono e contengono tanta vitamina C...un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Mi hanno sempre attirata tantissimo questi peperoncini sia per il piccante che per la forma, sono davvero simpatici così belli paffutelli :) Chissà che non mi decida a farli se li trovo! Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Federica, forse ancora qualcosa puoi trovare in qualche mercato,ma la stagione conclusa...baci

      Elimina
  4. mi piacciono moltissimo ma devo dire che non ho mai pensato di farli perché temevo ci volesse un secolo e invece vedo che tutto sommato sono abbastanza veloci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Monica, la cosa più lunga è pulirli senza romperli, sono facili, ma come devo a Federica, non credo che li troverete ancora, forse in qualche mercato, ma è finita la stagione, o qualche contadino...un caro saluto

      Elimina
  5. Ne vado matta! Più piccanti sono e più mi piacciono. Bacio.

    RispondiElimina
  6. che bonta', sono semplicemente fantastici, peccato siamo cosi' lontane altrimenti mi sarei invitata a cena....

    RispondiElimina
  7. adoro il piccantissimo! Solo una domanda volendo evitare l'uso della patata con cosa la posso sostituire? un bacione

    RispondiElimina
  8. ma tu per la conservazione nel tempo fai ribollire i vasetti gia' riempiti?
    io lo ho fatto con alcuni destinati ad essere conservati piu' a lungo ma ho notato che risultano poi meno buoni degli altri
    mi hanno inculcato il terrore del botulino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amalia ciao, io seguo le regole che ci sono e che conosco, adesso ti dico: tutta la frutta che trasformiamo in confettura e marmellata, una volta messa nei vasi va sterilizzata, anche e lo zucchero gli impedisce di fare la muffa, va comunque sterilizzata; per la verdura il discorso cambia, tutta la verdura che viene bollita per un paio di minuti in acqua e aceto si può non sterilizzare una volta invasata,l'aceto alza il livello di acidità ed è un buon conservante. Insomma Amalia affidiamoci anche al nostro buon senso, per esempio io molte confetture on le sterilizzo perché invasandole bollenti si crea il sottovuoto. Comunque il botulino si sviluppa in assenza totale di aria, e nella nostra conservazione domestica l'aria non riusciremo a toglierla mai totalmente... tu comunque chiedimi pure...un caro saluto

      Elimina
  9. Tamara.. Era quello che cercavo.. grazie mille un bacio

    RispondiElimina
  10. Buoni....e piccanti!!! prendo nota....
    ciao. a presto da claudette

    RispondiElimina
  11. buoniiiiiiiiii XDXD ho appena finito di metterli nei vasi ^^ Luisella

    RispondiElimina

Lascia pure una tua impressione, un commento, dai un giudizio sulla ricetta appena vista, mi farai piacere. I commenti anonimi o offensivi verranno cestinati