lunedì 18 febbraio 2013

JABLKOVY KOLAC - TORTA DI MELE E CIOCCOLATO...per l'Abbecedario Culinario Europeo



Questo mese, l'Abbecedario culinario d'Europa è volato in Slovacchia, bella terra. I miei ricordi fanno un salto indietro, prima del 1993, anno della divisione e quella che era la Cecoslovacchia è diventata: Repubblica Ceca con capitale Praga, e Slovacchia con capitale Bratislava. Come dicevo io ho visitato la Repubblica Ceca prima che si dividesse e ho dei ricordi splendidi. Sono stata un mese sui monti Tatra, Vysoke Tatry (Alti Tatra) nella Slovacchia. Ricordo questi paesini molto piccoli e molto ben tenuti, sembravano dei paesini svizzeri, pieni di fiori e giardini ben curati, i negozi ben tenuti, ricordo Tatranska Lomnica, Tatranska Lesna dove si arrivava con un treno a gasolio e si attraversavano immensi boschi dove la notte l'ululare dei lupi era una cosa normalissima...le sorgenti di acqua minerale si trovavano spontanee nei  boschi e le cascate anche, accompagnavano le nostre lunghissime passeggiate. Quanti anelli di granati e orecchini in quelle vetrine e adesso nei miei cassetti, quanti cristalli, alcuni molto ben fatti, lì fu un vero riposo, la pace e la tranquillità, l'aria pulita  e soprattutto niente italiani vocianti, non è un posto molto conosciuto.
Le cime più alte degli Alti Tatra si trovano in Slovacchia, le altre arrivano ai Carpazi, su queste montagne si trovano molte specie di animali e piante, l'orso, il gatto selvatico, la volpe e il lupo che ululava la notte. Circa 1300 specie di piante conosciute. La zona, adesso, è famosa per gli sport invernali, ci sono centri specializzati tra i quali: Štrbské PlesoStarý Smokovec, e Tatranská Lomnica, tutti nella città di Vysoke Tatry (Alti Tatra). Proprio qui fu fondato il primo parco naturale europeo, a cavallo tra i due paesi Slovacchia nel 1948 e in Polonia nel 1954, verrebbe da dire che i regimi comunisti amavano l'ambiente (Wikipedia)

Ed io ricordo con grande piacere le passeggiate anche di 30 chilometri al giorno dentro a quello splendido parco: Le cose sono cambiate molto, adesso ci sono due Paesi, al posto di uno, due capitali e Bratislava non la conosco, ma il mio ricordo dei Monti Tatra è vivissimo, un luogo meraviglioso, incontaminato, dove ho passato uno splendido mese con tanta bella gente.


Andiamo alla ricetta che ho preso qui.

Ingredienti per una placca da forno: (io ho fatto metà dose, ma è finita)

Per la torta:
10 mele golden
6 uova biologiche
200 ml olio di semi di girasole
200 ml di latte
250 grammi di zucchero
350 grammi di farina 0
1 bustina di lievito, io cremore di tartaro
1 bustina di zucchero vanigliato, io home made
1 bustina di zucchero alla cannella (se non trovate la miscela pronta, potete ottenerla mescolando dello zucchero alla cannella in polvere)


Per la copertura di cioccolato:
25 grammi circa di burro
100 grammi di cioccolato fondente

un paio di cucchiai di latte
cacao in polvere o cioccolato grattugiato

Sbucciare e tagliare le mele a fettine sottili, foderare la placca del forno o una teglia più piccola se fate metà dose,  sempre rettangolare, con carta forno, (anche i bordi), e sistemarci le mele, dovrebbero bastare  per fare tre strati, spolverizzare con metà dello zucchero vanigliato e mettere da parte.
Mettere i tuorli e lo zucchero in un contenitore e montare fino ad ottenere una crema liscia e ben spumosa, aggiungere l'olio di semi di girasole, il latte e sempre mescolando unire il restante zucchero vanigliato.
In un altro recipiente montare a neve fermissima gli albumi e aggiungerli delicatamente all'impasto, unire il lievito alla farina e setacciandola aggiungerla all'impasto mescolando delicatamente.
Riprendere le mele e spolverizzarle con lo zucchero alla cannella e versarci sopra l'impasto, livellarlo con una spatola e infornare (forno caldo) a 160°C per 10 minuti, poi portare la temperatura a 180° per altri 10 minuti e poi a 190° per 15 minuti, o fino a cottura, la torta deve assumere una colorazione dorata. Se avete dei dubbi fate la prova stecchino.
A questo punto dovete girare la torta, ma fate attenzione se è grande potrebbe cadere, giratela su un grande vassoio rettangolare o una teglia della stessa grandezza, fate come preferite, ma non è facilissimo se non avete un vassoio della stessa grandezza, infatti io consiglio metà dose.
Nel frattempo mettete a sciogliere il cioccolato insieme al burro e ai cucchiai di latte, una volta pronto versatelo sulla torta e ricopritela tutta, fatela freddare e poi spolverizzatela con del cacao e prima di servirla grattateci del cioccolato fondente, è una torta molto buona, un sapore diverso dalle solite torte con le mele.


                         Con questa ricetta partecipo al contest di Squisito, qui tutte le spiegazioni



17 commenti:

  1. Fantastica la tua torta mele e cioccolato, segno subito la ricetta. Buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  2. Che squisitezza , mi piace come l'hai presentata! Da provare! Ottima direi.

    RispondiElimina
  3. Beata te che li hai visti dal vivo, comunque sei stata un ulteriore stimolo per spingermi a visitare questa terra!
    Grazie del tuo contributo... delizioso!... amo le torte di mele e questa va provata! :)
    terry

    RispondiElimina
  4. interessante versione, questa al cioccolato, apprezzo acneh l'uso del cremore di tartaro al posto del lievito chimico.

    RispondiElimina
  5. buonissimaaaaaaaaaaaa!!! adoro i dolci con le mele e quel cioccolato in superficie è pazzescooooooooooo!

    RispondiElimina
  6. Perfetta...ricetta inserita fra le partecipanti al contest "viaggio nel gusto...vinci un viaggio"!
    Grazie mille per la partecipazione!
    un bacio
    Alla prossima ricetta...se vorrai!

    RispondiElimina
  7. Deve essere deliziosa. Bella la tua descrizione dei Monti Tatra.

    RispondiElimina
  8. mi piace e proverò a farla...davvero deve essere una delizia!

    RispondiElimina
  9. Mi piace! proverò a farla....deve essere davvero squisita!

    RispondiElimina
  10. mmi hai gfatto venir voglia di andarci.....
    fra

    RispondiElimina
  11. E anche la tappa Slovacca è stata un successo, anche grazie a te: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/01/b-come-bryndzove-halusky.html. Grazie per aver partecipato...e ora prepara le valigie per il Portogallo!
    Aiu'

    RispondiElimina
  12. noi italiani siamo bravi a farci riconoscere all'estero.. sicuramente bellissimi posti.. il dolce deve essere super buono e da provare! ciao cara!

    RispondiElimina
  13. Inusuale e di ottimo aspetto! E' sembre bello scoprire le specialita' di altre nazioni.Grazie.

    RispondiElimina
  14. Complimenti, adoro tutti i dolci con le mele e questa è una versione golosissima che assaggerei molto volentieri!
    Un caro saluto da un'altra che dà del tu ai fornelli :)

    RispondiElimina
  15. Complimenti per l'ottima riuscita della torta!! Un bacione!! :) Alessia

    RispondiElimina
  16. Mele e cioccolato e' un'ottima accoppiata. Posso capire bene che sia finita. Ho letto con piacere la tua descrizione dei Monti Tatra. Spero che l'apertura al turismo non abbia rovinato l'incanto che racconti.

    RispondiElimina
  17. Mi farebbe piacere se i vostri articoli venissero condivisi da voi nel mio gruppo di Ricette cucina intolleranze alimentari http://www.facebook.com/groups/260221440752843/ richiedendone l'iscrizione. Grazie
    Immacolata

    RispondiElimina

Lascia pure una tua impressione, un commento, dai un giudizio sulla ricetta appena vista, mi farai piacere. I commenti anonimi o offensivi verranno cestinati