lunedì 31 dicembre 2012

BISCIOLA Panettone della Valtellina


Quest'anno non ho fatto il panettone classico, ma altri panettoni forse anche più buoni e sicuramente meno conosciuti: il pandolce genovese, da una ricetta di Vittorio del sito Viva la focaccia, e la Bisciola, il panettone della Valtellina, ma non ho intenzione di fermarmi, voglio provare qualche altro dolce regionale natalizio. Andiamo ad illustrare questo splendido panettone ricchissimo di frutta secca. Io lo conoscevo perché la sorella di mio marito, sapendo che a lui piaceva molto, ce lo spediva tutti gli anni ed io ho imparato ad apprezzare questo dolce natalizio molto più buono del classico panettone perché non essendo prodotto in grosse quantità è riuscito a mantenere una certa genuinità. Ho voluto provare a farlo seguendo una delle tante ricette che si trovano su internet, sono tutte simili. E' facile e abbastanza veloce.
ricetta tratta da cucinaitaliana.info

Ingredienti:

250 grammi di farina 0 -io Molino Chiavazza
50 grammi di farina di segale
100 grammi di latte
2 uova
40 grammi di burro
1 cucchiaio di miele
70 grammi di zucchero, io canna, secondo me si potrebbe arrivare anche a 100 non è assolutamente dolce
25 grammi di lievito di birra
60 grammi di noci
60 grammi di nocciole
30 grammi di pinoli
100 grammi di uvetta, mettetela a bagno qualche ora prima, io insieme ai fichi nel rum
200 grammi di fichi, metteteli a bagno la sera prima nella grappa, io nel rum
1 limone, la buccia grattugiata, che sia biologico

Setacciare e mescolare le due farine con lo zucchero e il sale. Pestare le noci e le nocciole, grattare la scorza del limone, togliere i fichi dal rum e tagliarli a pezzetti, togliere anche l'uvetta e strizzarla, unire il burro alla farina e sbriciolarlo con le mani fino ad avere un impasto bricioloso tipo pasta frolla. Sciogliere il lievito nel latte tiepido ed unirlo alle farine, impastare bene e unire l'uovo. Aggiungere la frutta secca e impastare ancora, poi i fichi e l'uvetta, per ultimo il miele, impastate bene per far amalgamare e gli ingredienti, l'impasto deve essere cremoso ma appiccicoso. Mettetelo a lievitare coperto al caldo. dopo un'ora riprendetelo, dategli la forma tipica della bisciola, rotondo, più alto in mezzo e basso ai lati, io l'ho messo sulla carta forno e poi sulla teglia, incidete la croce sul dolce e infornate a 200°C forno ventilato, dopo 15 minuti abbassate a 180°, poi ancora a 150 e portate a cottura, fate attenzione perché il ventilato cuoce molto prima e scurisce molto l'esterno, la bisciola deve essere scura, ma controllate durante la cottura. E' buonissima anche tiepida ma oggi era eccezionale

submission yeastspotting





17 commenti:

  1. E' proprio bello questo panettone, deve essere di una bontà unica.
    Chissà se col lievito naturale si riesce a farlo o se viene troppo morbido tanto da perdere la forma.
    Con questo sì che si passano delle dolcissime feste.
    Buon 2013

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Anna, è davvero buonissima la bisciola, non saprei cosa dirti sul lievito, valuta tu che sei esperta, tieni presente che è un ammasso di roba appiccicosa e ci vuole una grossa spinta per farlo lievitare, è buono molto più dei comuni panettoni...un abbraccio

      Elimina
  2. ha un aspetto delizioso, cosa non darei per assaggiarne una fettina, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Silvia carissima, sì è proprio buono, diverso dai panettoni classici, non soffice, zeppo di frutta secca e aromi, io lo adoro, prima lo compravamo adesso lo farò sempre...un abbraccio

      Elimina
    2. buon Anno, un abbraccio SILVIA

      Elimina
  3. Bello questo panettone e che belle le tradizioni culinarie italiane
    Augurissimi
    francesca

    RispondiElimina
  4. Mi ero persa qualche tuo post( uno meglio dell'altro)....i tortellini...ora la bisciola.Devo dire di non conoscere questo panettone malgrado da anni faccia giri e giri nel web.E' una meraviglia,peccato che la farina di segale non saprei dove trovarla.Forse si può sostituire con qualche altra farina?
    Ti abbraccio e ti auguro un sereno 2013.

    RispondiElimina
  5. Un vero spettacolo!!! Complimenti tesoro e tanti cari auguri di buon anno!!!!

    RispondiElimina
  6. Una vera bontà, le foto parlano da se! Auguri di Buon Anno!

    RispondiElimina
  7. Ma che buono, non lo conoscevo, e con le nocciole pure... questo fa per me!

    Spero che tu abbia passato un buon Natale!

    Ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  8. Bellissimo e irresistibile. Buon 2013 e un grande abbraccio Daniela.

    RispondiElimina
  9. Tanti auguri per un felice 2013!!!
    PS: Che bella ricetta, per me è nuova!

    RispondiElimina
  10. ╔═════════ ೋღ❤ღೋ ══════════╗

    ║░ٌٌٌӇ░ٌٌٌƛ░ٌٌٌƤ░ٌٌٌƤ░ٌٌٌƳ ░ٌٌٌ░ٌٌٌƝ░ٌٌٌЄ░ٌٌٌƜ░ٌٌٌ░ٌٌٌ Ƴ░ٌٌٌЄ░ٌٌٌƛ░ٌٌٌƦ░ٌٌٌ!░
    ╚═════════ ೋღ❤ღೋ ══════════╝

    RispondiElimina
  11. ma che meraviglia...colmo di cose buone!!! sono passata un augurio veloce ma di cuore! Buon anno!

    RispondiElimina
  12. Auguroni sono già passata ma ero senza account non vorrei averti fatto gli auguri in anonimo...be ora te li rifaccio.... Tanti auguri di Buon Anno! elena

    RispondiElimina
  13. Avevo visto di sfuggita che lo avevi fatto la settimana scorsa ma non ho avuto proprio tempo di venire ammirarlo..Dev'essere fantastico così ricco di frutta secca, io amo molto questo tipo di dolci e sicuramente li preferisco a panettone e pandoro! Grazie per avercelo fatto conoscere! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Che bellezza questa specialità con tutta questa frutta secca.

    RispondiElimina

Lascia pure una tua impressione, un commento, dai un giudizio sulla ricetta appena vista, mi farai piacere. I commenti anonimi o offensivi verranno cestinati